Storia e curiosità

Timgad: la Pompei africana

Timgad (l’antica Thamugadi romana), fu una colonia romana fondata dall’imperatore Traiano nell’anno 100. È stata scoperta solo recentemente, nel 1800, quando un esploratore europeo si imbatté accidentalmente su dei resti che spuntavano dalla sabbia nel deserto nordafricano: una città rimasta nascosta sotto la sabbia per quasi mille anni. Viene soprannominata la Pompei africana.

Le rovine della città si trovano a 35 chilometri da Batna, in Algeria, ai margini del deserto del Sahara. Per via della sua grande espansione (circa cinquanta ettari), è stata portata alla luce solo nel 1950. È uno dei migliori esempi sopravvissuti di urbanistica romana di tutto l’impero storico.

La città venne fondata dal nulla come colonia militare. Progettata per una popolazione di 15.000 abitanti, ben presto la città crebbe al di fuori di ogni controllo e si sviluppò caoticamente, senza rispettare la planimetria ortogonale della fondazione originale romana. Sono visibili il decumano e il cardo, affiancati da un colonnato corinzio parzialmente restaurato.

Fra gli edifici della città si trovano varie strutture che caratterizzavano un insediamento romano, come l’arco di Traiano, il foro, una basilica, una biblioteca, quattro terme ed un teatro da 3.500 posti a sedere, un tempio dedicato a Giove Capitolino (grande quasi come il Pantheon di Roma), una chiesa quadrata con abside circolare risalente al VII secolo, e una cittadella bizantina.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *