Da un paio d’anni assistiamo alla rivoluzione della sigaretta. Le E-cigarettes (o sigarette elettroniche) sono state commercializzate dopo un’attenta campagna promozionale che premeva sugli aspetti salutari, in quanto considerate meno dannose delle sigarette tradizionali.

Una nuova ricerca, pubblicata su Science Advances, ha valutato l’impatto del “vaping” sui batteri della bocca dei fruitori. Anche senza evidenti patologie, le bocche presentavano i sintomi di malattia paradontale (che in un primo momento può essere asintomatica).

Il vaping aumenta il rischio di disturbi gengivali e cancro orale e gli effetti non proprio positivi sono stati osservati sia nei vapori contenenti nicotina, sia in quelli che ne sono privi.

Stando alla ricerca, il vaping non riduce i danni causati dal fumo e il passaggio da sigaretta tradizionale a sigaretta elettronica non migliora la salute della bocca e del cavo orale.

Link allo studio completo qui

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *