Storia e curiosità

Se anche i pettirossi sono stressati…

pettirossi

La vita di tutti i giorni può essere davvero stressante. Se poi vivi in città devi fare i conti con tante faccende da sopportare, a partire dal traffico, mettici poi lo smog, il chiasso di qualche maleducato e incontri con personaggi che sembrano più alieni che umani.

Stamane qualcuno particolarmente nervoso ha iniziato a suonare il clacson, ed ha continuato ininterrottamente per circa 30 minuti. Io ne ignoro il motivo, ma ciò che non ho potuto ignorare era il fastidio che questa azione mi ha provocato.

La giornata era quindi partita non nel migliore dei modi, fino a quando non capito per puro caso sull’articolo di un giornale intitolato cosi: “I pettirossi sono stressati”.

Mi sono sentito sollevato, potevo condividere il mio stress con questi simpatici uccellini che a quanto pare vivono proprio male nelle città. Certo, forse per loro è più semplice trovare del cibo, ma le luci notturne li manda fuori di testa, e finiscono per canticchiare la notte anziché di giorno.

Se il fatto vi sembra di poco conto, non lo è affatto per gli inglesi, che a quanto pare stanno cercando soluzioni a questo schiamazzo notturno che disturba interi quartieri.

Si sa, la città non è costruita a misura di animale, ma ho la percezione che anche gli umani inizino a far fatica a convivere con un habitat ostile, dove il rispetto (che non puoi certo chiedere ad un pettirosso, ma all’automobilista si) ha perso il suo terreno.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *