Medicina e salute

Scoperto un biomarker del disturbo dello spettro autistico

Il disturbo dello spettro autistico può essere difficile da individuare nei primi segnali della sua manifestazione, poiché può essere confuso con altri disturbi comportamentali, come l’iperattività patologica.

Una nuova ricerca pubblicata su Brain Communications ci informa che i ricercatori hanno individuato una molecola, chiamata FABP4, i cui livelli nel corpo possono essere inquadrati come un vero e proprio biomarker per i bambini affetti da disturbi autistici.

La presenza di questa molecola è decisamente inferiore nei bambini autistici nell’arco temporale che va dai 4 ai 6 anni di età. Il biomarker presenta però una criticità non di poco conto; i livelli della FABP4 nei bambini più grandi o negli adolescenti sono uguali a quelli registrati dai bambini che non soffrono del disturbo.

“Inizialmente trovammo livelli inferiori di FABP4 nei follicoli dei pazienti con schizofrenia. Sebbene i disordini siano molto differenti tra loro, sapevamo che la FABP4 fosse un’adipochina che poteva modulare le funzioni cerebrali, specialmente durante lo sviluppo”

ha riferito il ricercatore M. Maekawa del Riken, un centro giapponese all’avanguardia nelle scienze che studiano il cervello.

I ricercatori sospettano che la molecola possa avere un ruolo significativo anche nello sviluppo del disturbo dello spettro autistico, cioè che la sua presenza non sia limitata al solo “marker” diagnostico. Ci sarà bisogno di nuovi studi con campioni molto numerosi per determinare l’importanza di questa molecola, per capire, ad esempio, se livelli molto bassi alla nascita possano in qualche modo predire la futura manifestazione della patologia.

Le adipochine sono citochine prodotte dal tessuto adiposo, le cui funzioni sono estremamente variabili: alcune sono coinvolte nella risposta immunitaria, altre nei metabolismi energetici. Per molte di loro non si conoscono ancora funzioni specifiche.

Fonte: qui

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *