Si chiamava Robert Wadlow l’uomo più alto della storia moderna. Nato nell’Illinois, in America, fu “certificato” dal Guinness World Record pochi giorni prima della sua prematura scomparsa a soli 22 anni.

La sua spropositata crescita cominciò da piccolissimo. All’età di 8 anni superava sia per altezza che per peso suo padre, tant’è che la scuola fu costretta a costruire un banco speciale in grado di contenerlo.

L’anno del suo diploma Robert misurava già 2 metri e 51 centimetri. Divenne presto famoso grazie al Ringling Brothers Circus, ma durante le sue diverse apparizioni rifiutò di vestire i classici abiti di scena da circo preferendo il suo stile quotidiano.

Nel 1940 un tutore difettoso gli procurò un’infezione che risultò fatale: in pochi giorni, nonostante le trasfusioni e le operazioni chirurgiche, si aggravò e morì. Solo 18 giorni prima i dottori lo misurarono per decretare un record assoluto: 2,72 metri di altezza e 199 kg di peso.

L’altezza da record e la sua continua crescita era causata da una disfunzione della ghiandola pituitaria che provocava livelli altissimi di HGH, l’ormone della crescita. Secondo i dottori sarebbe cresciuto ulteriormente con l’andare avanti dell’età.

Che funzioni ha l’HGH?

L’ormone della crescita, chiamato anche ormone somatotropo, collabora con altri ormoni del corpo nello sviluppo dello scheletro e promuove da una parte l’assorbimento di acqua nell’intestino e dall’altra ritenzione di sodio nei reni. Ciò provoca l’accumulo dei fluidi extracellulari e aumento della pressione arteriosa. Nei giovani la secrezione di questo ormone risulta maggiore rispetto agli anziani.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *