Medicina e salute

Plasma convalescente non riduce mortalità per Covid-19

plasma convalescente

Il plasma convalescente prelevato da pazienti ricoverati per Covid-19 e utilizzato come trattamento per i nuovi malati non riduce la sintomatologia grave e la mortalità della malattia.

È quanto emerge dal primo trial clinico pubblicato oggi sul BMJ. Lo studio, effettuato in India, non fornisce i risultati sperati dai medici e dalle autorità che ne avevano autorizzato il trattamento.

Precendenti ricerche avevano ipotizzato una potenziale efficacia che si è invece rivelata molto limitata. Nel trial clinico sono stati presi in considerazione pazienti provenienti da ospedali pubblici e privati di tutto il paese.

Degli oltre 400 pazienti, circa il 19% di coloro che sono stati trattati con plasma hanno sviluppato sintomi severi o sono deceduti, mentre tra coloro che non avevano ricevuto il trattamento la percentuale si attesta al 18%.

Va detto invece che alcuni sintomi, come la stanchezza cronica, sono migliorati tra i pazienti trattati con plasma convalescente. 

Saranno necessari altri studi per confermare quanto emerso dal primo trial rigoroso pubblicato fino ad oggi. Studi simili si stanno conducendo sia in Europa che negli Stati Uniti.

Fonte: qui

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *