Scienze naturali

Perché la Luna si allontana dalla terra

La Luna, unico satellite del nostro pianeta, si trova ad una distanza dalla Terra di 384.400 chilometri e a differenza di quanto accade con il satellite marziano Phobos, si sta allontanando.

Il fenomeno di allontanamento, inizialmente solo teorizzato e poi comprovato, è dovuto dall’attrazione esercitata dalla Luna sulla terra. L’effetto di questa attrazione è visibile nelle maree oceaniche. Lo spostamento di immense masse di acqua provoca delle protuberanze nella direzione Terra-Luna.

Le forze mareali generano attrito, modificando il moto del sistema binario Terra-Luna e rallentando la rotazione sul proprio asse del nostro pianeta (i giorni si allungheranno). La Luna invece aumenterà di velocità, con conseguente aumento dell’orbita (allontanamento). Provate a pensare ad una giostra rotante: man mano che la velocità aumenta, le sedie dove siete seduti si allontanano dal centro della giostra.

Grazie a dei prismi lasciati dalla missione Apollo (si, l’uomo è andato davvero sulla Luna) è stato possibile misurare con una buona precisione l’entità di questo allontanamento. Sono stati puntati dei laser sui prismi e dal tempo di rimbalzo dei fotoni se ne calcola la distanza.

La Luna si allontana di circa 3,8 centimetri ogni anno. Tra 200 milioni di anni un giorno terrestre durerà 25 ore, mentre in passato, quando la Luna era più vicina, ne durava meno di 20. Le conseguenze saranno molteplici, anche perché la Luna si allontanerà incessantemente, provocando la fine delle maree e delle stagioni. L’allungamento dei giorni invece, darà vita ad una maggiore escursione termica tra giorno e notte.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *