Il mesotelioma pleurico è forse il male più spaventoso per tutti coloro che sono stati (o lo sono ancora) esposti all’amianto. Nel mondo si stimano oltre 25.000 morti l’anno a causa di questa patologia.

L’Italia ha vietato l’utilizzo e la commercializzazione dell’amianto nel 1992 e ha avuto per diversi decenni uno degli indici di incidenza della patologia più alti al mondo, con una crescita costante nei decenni alla fine del secolo scorso.

Un team di ricercatori ha pubblicato recentemente uno studio dove si sono raccolti i dati di incidenza e mortalità per mesotelioma nel periodo che va dal 1970 al 2014, cercando poi di prevedere l’andamento della curva nei prossimi decenni, valutando l’esposizione ambientale, domestica o occupazionale.

Fino al 2014 si sono registrati in Italia oltre 28.000 decessi, di cui il 70% è rappresentato da individui di sesso maschile. Dalla fine degli anni 90 però, si assiste ad una accelerazione della mortalità, dovuta sicuramente all’esposizione all’amianto nei decenni precedenti ma anche ad una accuratezza diagnostica maggiore.

Dallo studio emerge che il picco del numero di casi è previsto per gli anni 2020-2024, l’incidenza dovrebbe poi assestarsi e lentamente diminuire. L’età media per la diagnosi tenderà inevitabilmente ad aumentare.

Anche la mortalità tenderà a diminuire una volta superato il picco nei prossimi sei anni. I risultati sono in linea con altri studi precedentemente pubblicati e che riguardavano diverse nazioni oltre all’Italia.

Nonostante il divieto del 1992, la questione del mesotelioma è tutt’altro che conclusa e studi come questo potrebbero (e dovrebbero) incentivare dei programmi di salute pubblica e intervenire in quei luoghi dove ancora esiste un esposizione ambientale.

Basterebbe ricordare, ad esempio, che nel nostro paese sono ancora più di 2000 le scuole che presentano amianto nelle loro infrastrutture.

Fonte: Oddone E, Bollon J, Nava CR, Bugani M, Consonni D, Marinaccio A, Magnani C, Barone-Adesi F. Predictions of Mortality from Pleural Mesothelioma in Italy After the Ban of Asbestos Use. Int J Environ Res Public Health. 2020 Jan 17;17(2):607. doi: 10.3390/ijerph17020607. PMID: 31963601; PMCID: PMC7013387.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *