Storia e curiosità

Louis Boutan: pioniere della fotografia subacquea

Louis Boutan è considerato il padre della fotografia subacquea. Nato a Versailles nel 1859, studia biologia e scienze naturali all’Università di Parigi.

Diventa presto anche un famoso esploratore: in una campagna di 18 mesi in Australia commissionatagli, scopre e classifica nuove specie animali prima sconosciute.

Nel 1893 inizia a sviluppare nuove tecniche per poter fotografare sott’acqua. Inventa dapprima un flash al magnesio mentre successivamente utilizzerà le lampade ad arco per l’illuminazione. Queste tecnologie un po rudimentali gli hanno consentito di scattare fino a 10 metri di profondità.

Aiutato dal fratello ingegnere progetta una macchina fotografica a partire da una Detektiv, che viene quindi inserita in una scatola rettangolare di rame. Il tutto sigillato con gomma e archi di metallo. Diaframma e messa a fuoco dovevano essere fissati in anticipo, prima dell’immersione.

Dopo cinque anni pubblica il suo primo libro fotografico, La Photographie sous-marine et les progrès de la photographie, che cambierà per sempre il modo di vedere la fotografia, soprattutto sotto l’aspetto scientifico e biologico. Alcune foto saranno mostrate anche durante l’esposizione universale di Parigi del 1900.

Il libro ed alcune sue fotografie sono consultabili online presso l’Internet Archive.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *