Scienze naturali

L’incredibile velocità delle mosche

É capitato a tutti almeno una volta nella vita di non riuscire a catturare una mosca che ci dava fastidio. La loro estrema velocità rende quasi impossibile riuscire a starle dietro.

Perché è un insetto così sfuggente? Negli anni sono stati condotti numerosi studi a riguardo, uno tra tutti è stato effettuato dall’Università di Cambridge. Roger Hardie ha studiato il funzionamento degli occhi delle mosche analizzando la velocità in cui le immagini sono elaborate dal loro cervello. Per farlo ha inserito piccoli elettrodi di vetro (fibre ottiche) nei fotorecettori delle mosche per poi far lampeggiare delle luci a LED sempre più velocemente. Ogni lampo produceva una leggera scossa nei fotorecettori che un computer ha poi registrato.

Dai test è risultato che questi insetti riescono ad elaborare circa 250 immagini al secondo, contro le circa 60 che riesce a processare l’essere umano: potremmo dire che la mosca ha una visione al rallentatore rispetto alla nostra di circa quattro volte. Tale studio può essere esteso su tutta la specie degli insetti dove più piccola è la specie, più è alta la velocità di ricezione delle immagini.

Le mosche (ed in generale la famiglia degli insetti), oltre ad una vista così veloce, possiedono una visione a 360 gradi e un controllo del volo eccezionale riuscendo ad essere più precisi di un jet e 50 volte più veloci di un battito di ciglia.

Qui e qui potete trovare degli approfondimenti.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *