Scienze naturali

Le balene cambiano pelle

balene cambiano pelle

Sembrerebbe un anno fruttuoso per gli studiosi dei cetacei. Numerosi studi da poco pubblicati fanno da cornice ad una buona notizia: le balene blu dell’antartico tornano a crescere nei mari. Sebbene si trovino ancora pericolosamente a rischio estinzione, la loro popolazione ha superato i tremila esemplari in tutto il mondo.

Altra buona notizia arriva da uno studio pubblicato dal Marine Mammal Science che potrebbe finalmente spiegare il misterioso e affascinante viaggio che le balene intraprendono ogni anno.

Le loro migrazioni sono conosciute da molto tempo; si spostano per migliaia di chilometri dalle regioni più fredde polari alle regioni tropicali. Spostamenti che richiedono lunghi periodi e che non avevano ancora una spiegazione.

Secondo i ricercatori, il motivo delle migrazioni potrebbe essere nascosto nel metabolismo di questo animale. Le acque gelide costringono le balene a deviare il flusso sanguigno dalla pelle affinché si conservi il calore corporeo, ma ciò provocherebbe un arresto del rinnovamento cellulare.

Una volta arrivate in acque più calde, le balene riattivano il metabolismo cutaneo per la muta della pelle. Questo spiegherebbe in parte (la natura riserva sempre sorprese) la fatica di lunghissime migrazioni.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *