Storia e curiosità

La guerra che durò 38 minuti

La guerra che ha visto scontrarsi il Regno Unito e Zanzibar è considerata la più breve della storia. Un conflitto durato soli 38 minuti che ha causato allo Zanzibar la perdita della propria indipendenza.

La scintilla che fece scoppiare tutto fu la morte del sultano Thuwayni che venne sostituito da un sultano mal visto dagli inglesi, in quanto poco propenso a far valere gli interessi della corona.

Nonostante l’ultimatum degli inglesi, il sultano non lasciò il trono e si barricò dentro il Palazzo Reale. Il 27 agosto 1896 alle ore 09:00 le navi inglesi iniziarono il bombardamento. Già al primo colpo i cannoni degli arabi furono messi fuori uso e il palazzo cominciò a prendere fuoco. Le barricate erano state costruite con casse di legno e gomma, dietro cui cercavano di difendersi gli schiavi e la servitù.

Dopo 38 minuti i bombardamenti cessarono. Nessun inglese morì durante il combattimento mentre i deceduti zanzibariani furono circa 500, anche se la maggior parte di loro morì per l’incendio sviluppatosi nel palazzo e non per i bombardamenti.

La guerra segnò la fine dell’indipendenza di Zanzibar e il sultanato divenne solo figurativo affinché il Regno Unito non pagasse i costi di una colonia britannica, vera funzione dell’isola conquistata.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *