Il potenziale geotermico della Grecia può essere ulteriormente ampliato; il Ministro dell’Ambiente e dell’Energia Kostas Skrekas sta rivedendo i termini per nuove esplorazioni sul territorio. Il paese ha diverse regioni dove lo sfruttamento di questa risorsa potrebbe essere implementato, sia in terra che in mare (in particolare nel Nord Est del Mar Egeo).

Un maggior sfruttamento dell’energia prodotta nel paese rientra fra gli obiettivi del Piano nazionale per l’energia e il clima. Il ministero provvederà a stilare una mappa con tutti i siti dove le esplorazioni potranno iniziare ad avvenire e lo farà con il sostegno dell’Autorità per la ricerca geologica e mineraria del paese.

I futuri investimenti dovranno rientrare negli standard di sicurezza e protezione ambientale. L’energia geotermica è pulita e stabile, ed oltre a garantire un minor impatto ambientale, potrà portare benefici a livello sociale ed economico per la popolazione. Già da qualche anno nella regione di Alexadroupolis si sta lavorando ad un sistema di teleriscaldamento geotermico che sfrutta il giacimento di Antheia e che garantirebbe a pieno regime una potenza termica di 10 MW.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.