Storia e curiosità

Il sovrano con le orecchie da asino

sovrano con le orecchie da asino
Foto di JacLou DL

Federico Barbarossa è stato imperatore del Sacro Romano Impero nel corso del dodicesimo secolo. La sua figura storica e a tratti mitica ha come particolarità una leggenda, ovvero che fosse afflitto da una terribile deformazione: aveva orecchie da asino.

Per questo motivo, secondo i racconti, il sovrano dovette nascondersi nei pressi di Potenza, a Lagopesole. Sebbene portasse sempre dei lunghi e folti capelli aveva ovviamente una moltitudine di servi e cortigiani di palazzo, che se non controllati potevano spifferare il segreto fuori dalle mura del castello.

I barbieri dell’Imperatore, una volta terminato il loro lavoro, dovevano giurare fedeltà, ma la mancanza di fiducia era tanta da attuare ogni volta un piano oscuro: finito il servizio venivano condotti su una torre per poi essere spinti in una trappola dove poi sarebbero morti.

La leggenda continua con la storia di un giovane apprendista barbiere che grazie alla sua agilità riesce a sfuggire alla trappola. Viene quindi graziato da Barbarossa, che però gli ordina di non rivelare il segreto.

Dopo poco tempo il ragazzo, appesantito da tale peso, scava una buca nel terreno per poi urlare la verità al suo interno. Dalla buca crescono quindi delle canne, che mosse dal vento hanno iniziato a svelare il segreto nelle terre confinanti.

La leggenda vuole che le canne continuino tutt’oggi a diffondere la verità tra i paesani delle terre lucane.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *