Storia e curiosità

Il mistero dei fulmini rossi

I fulmini non sono tutti uguali, ci sono delle tipologie molto rare e suggestive ancora poco studiate.

Gli spettri rossi (o fulmini rossi) sono dei rari fenomeni atmosferici che si verificano al di sopra di eventi temporaleschi (a circa 80km di quota) associati generalmente alla ionizzazione dell’aria.

Sono difficili da osservare ad occhio nudo per via della loro breve durata (qualche millisecondo). I primi avvistamenti di questo fenomeno risalgono al ventesimo secolo mentre nel 1989, durante la calibrazione di una fotocamera, sono stati catturati in video per la prima volta e poi ripresi successivamente numerose volte soprattutto dalla Stazione Spaziale Internazionale, grazie alle condizioni d’osservazione decisamente più favorevoli rispetto alla terra.

A pari dei fulmini, gli spettri rossi sono delle scariche elettriche; mentre i primi scaricano l’energia statica di una massa verso terra, gli spettri rossi la scaricano da una massa posta sopra a quella stessa che ha originato il fulmine, e verso essa.

Inoltre sono stati osservati altri fenomeni analoghi correlati agli spettri rossi, chiamati getti blu: sono anch’essi fenomeni elettrici analoghi (scariche elettriche) ma, al contrario degli spettri rossi, possono verificarsi anche in assenza di un fulmine che si scarica in direzione opposta.

Il colore, tipicamente rosso-blu, è dovuta alla forte presenza nell’atmosfera terrestre del gas azoto che varia di colore, propagazione e intensità per via della diversa composizione, densità, e temperatura della materia attraversata (è lo stesso principio di funzionamento delle lampade al neon).

Nel 1994 in una ricerca condotta dalla NASA, sono stati registrati anche i suoni emessi dagli spettri rossi che sono molto differenti da quelli di un fulmine.

Ci sono ancora molte questioni irrisolte riguardo questi fenomeni e si spera che con le nuove tecnologie, sia possibile fare luce su gran parte di esse.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *