Medicina e salute

Il legame tra depressione adolescenziale e infarto cardiaco

heart 1767552 1920

La depressione e i disturbi d’ansia durante l’adolescenza aumentano il rischio di infarto cardiaco del 20% durante l’età adulta. Questo è quanto risulta da una nuova ricerca che ha coinvolto oltre 238.000 persone nate tra il 1952 e il 1956.

Circa 34.000 persone hanno avuto tra i 18 e i 19 anni una diagnosi di disturbo mentale non psicotico, come il disturbo depressivo e disturbi d’ansia. Se comparati al gruppo di persone che non presentavano malattie mentali in adolescenza, il rischio di infarto miocardico è stato del 20% maggiore nei soggetti con una diagnosi di disturbo mentale.

“La nostra ricerca ha mostrato che una minore resilienza allo stress fa spesso coppia con comportamenti di dipendenza, tra cui un maggior rischio di fumo, consumo di alcol o uso di altre droghe” ha detto una delle autrici dello studio, la professoressa Cecilia Bergh.

La depressione in adolescenza colpisce in Italia un ragazzo su cinque, ma meno della metà dei casi viene diagnosticata prima dell’età adulta.

Fonti: Non-psychotic mental disorders in adolescent men and risk of myocardial infarction: A national cohort study.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *