In Styria, Austria, c’è un lago che esiste solo per qualche mese l’anno. Il Grüner See (lago verde), nome dato dal colore della sua acqua di un verde smeraldo, si forma in primavera: quando la temperatura aumenta e la neve si scioglie, il bacino di terra sotto le montagne si riempie d’acqua. Il lago raggiunge la sua profondità massima di circa 12 m (a seconda della stagione).

Il lago che c’è ma non c’è, esiste solo per qualche mese l’anno

A partire dal mese di luglio l’acqua inizia a retrocedere, per effetto dell’evaporazione e assorbimento da parte del terreno, fin quando il lago si prosciuga completamente. In autunno, quello che prima era un bacino largo centinaia di metri, lascia spazio ad una rigogliosa vegetazione, sentieri naturalistici, panchine e, persino, un piccolo ponte pedonale.

L’acqua pulita e chiara, proviene dalla fusione delle nevi delle montagne carsiche, ha una temperatura di 6–7 °C e ospita una gran quantità di fauna. L’estrema chiarezza delle sue acque è in realtà ciò che ha dato al lago il suo colore omonimo e alla fine il suo soprannome: i “Caraibi delle Alpi”

Quando il bacino d’acqua è pieno, è possibile ammirare dalla riva lo spettacolo di un mondo sommerso, mentre quando inizia a prosciugarsi, l’acqua lascia il posto ad un bellissimo parco, meta di escursioni, dové possibile rilassarsi sulle panchine e consumare picnic in compagnia.

A causa del picco di visite turistiche che si è verificato e dei danni previsti per questo ambiente sensibile (era popolare tra i subacquei), l’uso di questo lago per tutte le attività di sport acquatici è stato proibito dal 2016.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *