La depressione è stata definita da molti la malattia del secolo. Riportiamo un passo di una conferenza del 2008 tenuta da Patch Adams, medico ed attivista statunitense, che risulta sempre più vera ed attuale.

La depressione è un’epidemia di portata mondiale. Nel 2020 secondo le stime dell’OMS la depressione sarà la più diffusa malattia del pianeta.

Personalmente credo che la maggior parte delle depressioni abbiano le sue radici nella solitudine, ma la comunità medica preferisce parlare di depressione piuttosto che di solitudine.

È più facile liberarci del problema dando una diagnosi e una scatola di farmaci. Perché se cominciassimo a parlare di solitudine, sapremmo, per certo, che non ci sono farmaci. Non c’è industria medica che tenga, basta l’amore umano. E la cosa meravigliosa è che non serve una scuola di formazione per essere amanti.

Tuttavia c’è sempre uno squilibrio tra quanti continuano ad ammalarsi di questa malattia e coloro i quali cercano, ognuno per sé, di arginarla.

Ti potrebbe interessare

1 Commento

  1. Questo sottovalutare che effettivamente il problema è la mancanza di amore e di convivialità e di persone che non guardano l’altro come creature indifese piene di fragilità e di insicurezze. E un problema reale che ammazza piano piano distruggendo tutto come cavallette ed i medici riempiono le persone di farmaci che li annullano rendendoli dipendenti patalogici e riconosciuti.drogati leciti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *