Il genere “Zingiber” si arricchisce di una nuova specie. Si tratta del gruppo più numeroso della famiglia delle Zingiberaceae, che comprende anche il famoso Zingiber officinale, conosciuto in Italia sotto il nome di zenzero e oramai sdoganato anche nella cultura culinaria del paese.

La famiglia comprende oltre 150 specie native del sud-est asiatico e del subcontinente indiano. Numerose specie possono essere rinvenute in Cina e in Tailandia.

Proprio in Cina, precisamente nella regione dello Yunnan, i ricercatori della Xishuangbanna Tropical Botanical Garden hanno rinvenuto nel 2018 alcuni esemplari particolari appartenenti alla varietà Cryptanthium.

Attraverso un’attenta analisi dei fiori e numerosi studi comparativi, i botanici hanno potuto confermare che il taxon (o unità tassonomica) non appartenesse a nessuna delle specie già conosciute. Hanno poi deciso di chiamare la nuova specie ”Zingiber porphyrochilum“, nome suggerito dalla colorazione del labello (il labello è un petalo modificato che funge da attrazione per gli insetti impollinatori).

La pianta può raggiungere l’altezza dei due metri e risulta molto simile ad una specie già conosciuta da tempo. Si differenzia grazie ad una ligula leggermente più lunga e ad una corolla gialla che tende al marroncino. Cresce in terreni leggermente acidi e predilige le zone umide dei sottoboschi di latifoglie.

Fonte: Hong-Bo Ding et al. Zingiber porphyrochilum (Zingiberaceae), a New Species from Yunnan, China, Annales Botanici Fennici (2020)

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *