Medicina e salute

Cannabis, l’esposizione prenatale non danneggia il cervello

Cannabis

I ricercatori della Columbia University, in collaborazione con la Swinburne University, hanno analizzato oltre 1600 articoli scientifici che trattavano il tema dell’esposizione alla cannabis in età prenatale.

Gli studi selezionati avevano un range temporale dei follow up che andavano dai 2 mesi ai 22 anni. Se presi in considerazione i dati di tutti gli studi, meno del 5% hanno riportato differenze statisticamente rilevanti nei punteggi dei test cognitivi effettuati su bambini che erano stati esposti alla cannabis nel grembo materno.

Le pubblicazioni attraversano indistintamente tre decadi e dai dati non vi sono evidenze che supportano l’associazione tra esposizione prenatale e deficit cognitivi clinicamente rilevanti.

La ricerca è stata pubblicata su Frontiers in Psychology

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *