L’esercizio fisico è conosciuto universalmente come un elemento a favore della salute fisica e mentale per ogni singolo individuo. Gioca un ruolo importantissimo nella prevenzione di numerose patologie, tra le quali quelle a carico del sistema cardiovascolare.

I ricercatori dell’Università di Plymouth, In Inghilterra, si sono concentrati sull’impatto dell’esercizio fisico sul microbiota della cavità orale. Questa tipologia di ricerca non è poi così nuova: negli ultimi anni gli scienziati si sono sempre più interessati ai batteri della bocca oltre al famoso microbiota intestinale, che sappiamo essere importante per la nostra salute.

Nella cavità orale convivono moltissimi batteri essenziali per la salute dell’uomo, solo una piccola percentuale produce problematiche, come carie dentali e parodontiti. Un fattore chiave per mantenere in buona salute il microbiota della bocca è certamente l’alimentazione.

Nello studio, pubblicato su PharmaNutrition, i ricercatori hanno scoperto che se si inibiscono le attività dei batteri considerati “buoni” per la salute della bocca, si riducono di conseguenza anche i benefici cardiovascolari derivati dall’esercizio fisico.

Gli atleti sono i maggiori consumatori di bevande zuccherate e acide, spesso utilizzate proprio a fini sportivi. Queste incidono negativamente sul microbiota, in particolare sull’abbondanza di batteri nella bocca. Ad aggravare la situazione vi è l’elevato intake di carboidrati, inclusi i gel e le barrette energetiche fortemente arricchite di zuccheri.

Altri fattori che incidono negativamente sono la disidratazione e secchezza boccale, esacerbate durante l’attività fisica intensa come la corsa. Ciò può provocare alterazioni al normale ph della bocca e alla composizione dei batteri presenti.

Fonte: Raul Bescos et al. Modulation of oral microbiota: A new frontier in exercise supplementation, PharmaNutrition (2020)

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *