Medicina e salute

L’attività ansiolitica dell’Opuntia ficus-indica

opuntia ficus indica

Un recente studio pubblicato sulla rivista Molecules ha valutato la presunta attività ansiolitica e sedativa dell’Opuntia ficus-indica, cactus chiamato comunemente Fico d’India.

La pianta è molto diffusa nel Mediterraneo sebbene sia originaria del continente Americano e spesso è stata utilizzata per combattere l’erosione del suolo o dell’acqua. Molto noti sono i suoi frutti mentre solo in alcune regioni si consumano abitualmente anche le pale.

È da sempre molto utilizzata nella medicina tradizionale turca, dove viene chiamata Hint inciri, per combattere i reumatismi e gli stati d’ansia. Lo studio aveva come scopo valutare se le famose attività ansiolitiche avessero una ragione scientifica e nel caso individuarne i meccanismi d’azione.

Gli estratti del frutto sono stati prima distillati, si è poi passati ad una separazione cromatografica e quindi all’isolamento dei componenti attivi da studiare.

Lo studio è stato eseguito con cavie da laboratorio (topi di sesso maschile) presso un laboratorio ad Ankara, in Turchia. Come farmaco di riferimento è stato utilizzato il Diazepam.

Dai risultati ottenuti si evidenzia la capacità ansiolitica e ipnotica di alcuni componenti dell’Opuntia ficus-indica che vanno a legarsi ai recettori GABA come molte benzodiazepine già note ed utilizzate in farmacologia.

Lo studio conferma le proprietà dell’utilizzo popolare di questa pianta nella medicina tradizionale turca. Saranno necessari altri studi per capire i possibili utilizzi di queste molecole e valutarne anche i rischi.

Fonte: qui

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *