La compagnia francese Neovacs e l’Istituto Pasteur parigino hanno annunciato lo sviluppo del primo vaccino contro l’asma allergica. Si tratta di un farmaco che induce una protezione a medio-lungo termine e che riduce in maniera significativa i sintomi della patologia.

L’asma allergica è caratterizzata da una infiammazione bronchiale causata da agenti allergenici esterni. L’esposizione agli allergeni produce risposte “esagerate” del sistema immunitario e del tratto respiratorio, come l’eccessiva produzione di muco.

Per ovviare a cure croniche e spesso costose, come l’utilizzo di anticorpi monoclonali, i ricercatori stanno sviluppando un vaccino, ad oggi sperimentato solo su animali, in grado di far sviluppare al 90% del campione gli anticorpi necessari nelle prime sei settimane dall’inoculazione.

Dallo studio è emerso che ad un anno dalla somministrazione il 60% dei topi era ancora capace di produrre anticorpi per neutralizzare la produzione delle citochine dannose (meccanismo che è alla base della patologia). Il prossimo passo sarà quello di impostare il primo Trial clinico.

Fonte: https://doi.org/10.1038/s41467-021-22834-5

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *