I risultati dei test effettuati nella capitale, Kabul, non sono incoraggianti. Circa il 30% delle persone sottoposte a tampone sono risultate positive.

Dall’inizio della pandemia sono stati effettuati poco più di 12.000 campioni, di cui 2700 risultati positivi. Numeri decisamente troppo bassi per un paese che conta oltre 35 milioni di abitanti.

Il Ministero della salute ha confermato le misure restrittive nelle più importanti città del paese per contenere il più possibile il diffondersi del contagio. Il sistema sanitario è tra i più precari al mondo e gli ospedali possono contare su soli 400 ventilatori per la respirazione assistita. Ad oggi il paese ha confermato solo 90 morti.

A preoccupare sono le centinaia di migliaia di persone tornate dall’Iran dall’inizio di quest’anno. La maggior parte di loro non è stata controllata ne sono state previste misure di quarantena. L’Iran è, ad oggi, il paese del medio oriente più colpito dal nuovo coronavirus.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *